Il tuo Consulente Web Social non è un mago, è un fuffone!

Il tuo Consulente Web Social non è un mago, è un fuffone!

2014-11-13 0 Di Alessandro Vitale

La vera evoluzione della comunicazione web, è un dialogo tra persone in un sito web chiamato: social.

Ecco come, con una strategia che si è evoluta con l’evolversi delle diverse piattaforme, la popolarità o meglio, la vanità.. rende mago di un settore, chi mago web non è.

Il consulente webVogliamo parlare della differenza di engagement che può avere un profilo femminile da un profilo di un uomo? Ecco allora che una perfetta sconosciuta, può diventare in breve tempo, una consulente web. Già!

Non è una maga, ma da buona fuffona, studia la vanità delle persone, le strategie che si utilizzano per la condivisione, sceglie come veicolare il suo nome legandolo a quanti, di popolarità hanno fatto un loro brand: il vanity faire del fuffone.

Il meccanismo è semplice, essere sempre presenti nelle home di tutti, la condivisione compulsiva in FB è un MUST.

In che cosa si riesce ad avere maggiore condivisione?

Le immagini, quelle con le scritte (il pigro utente non scrive ma ri-condivide), quelle con suggerimenti o frasi fatte… il commentare random anche “esperti” senza capire quello che si scrive.

Le circostanze possono forzare un incompetente generalizzato a diventare competente in un campo specifico. Arthur Bloch

Il fallimento della comunicazione è racchiuso proprio in queste casistiche che, nello specifico, hanno dei degni rappresentanti di inutilità, il puro vuoto di un vanto, il fine unico è legato solo al numero di “mipiace”, condivisione e flame. Questi ultimi, i flame, spesso sono dei veri e propri decaloghi del trolling effettivo con una mielosa bava di complimenti che alimentano commenti altrettanto inutili vuoti, ed è in quelle circostanze che emerge il mago, la strega, sa come fare ad essere accentrante, un fuffone artistico sul suo vanto, l’auto celebrazione ed elogio di competenze inesistenti.

L’ironia della sorte vuole giusto il contrario, avere un numero basso di condivisioni, di “mi piace”, profili personali che siano light, numero di amici BASSO, che differenzia chi fuffeggia in base anche a un fattore di popolarità e ridondanza da chi scrive davvero, non fuffoneggia, ma dialoga.

Utenti… aprite gli occhi, il web è un veicolo, il tuo!

Io sono un fanatico dell’uomo, sono un umanista! Sono probabilmente l’ultimo degli umanisti!

Supposte correlate: