Il Momento in Cui Decidi di Essere Online

Il Momento in Cui Decidi di Essere Online

2014-12-04 0 Di Daniele Vinci

Come Usare il Web Per Trarre profitto

Premessa

Tutto quello che leggerai da questo punto in poi potrebbe cambiare il tuo modo di percepire il web.

Se sei già felice di come vivi il web. Hai già un metodo che ti permette di guadagnare dal web, fermati qui, non continuare.

Da questo punto in poi potrei mettere in crisi il tuo punto di vista.

Stai ancora leggendo?

Allora ci sono due motivi per cui lo stai facendo:

  1. Pensi che ti stia prendendo in giro e quindi ignori il mio avviso
  2. Non sei così sicuro di essere felice per come utilizzi il web e/o esso non ti permette di ottenere i giusti guadagni

In entrambi i casi sei ancora in tempo per cambiare idea prima di continuare.

Universo webDa questo rigo in poi potrebbe cambiare la percezione di te online, ma soprattutto la percezione di come ti confronterai online con gli altri.

Bene. Arrivato a questo punto del testo, mi sembra evidente che tu voglia perseguire la decisione iniziale, quindi non ti ammonirò più. Saranno solo problemi tuoi.

Un’ultima cosa mi sembra giusto che tu sappia, quello che leggerai è frutto di una conoscenza reale appresa attraverso un costante confronto con chi ne sa più di me, con chi ha sbagliato prima di me e con chi ha avuto successo prima di me.

Non è facile riuscire a “leggere” il web da questo punto di vista scomodo, è necessaria una grande capacità empatica ed una coraggiosa voglia di confrontarsi.

Nel tempo che ho dedicato a questo confronto costante ho scoperto la parte “losca” del web. Quella che si nasconde dietro finte figure.

Ho avuto dimostrazione pratica di come si possano “davvero” produrre soldi truffando le persone inconsapevoli.

Ho avuto dimostrazione della facilità di manipolazione del web e di come esso stia costruendo un sistema peggiore di quello che già conosciamo.

Presto, se le cose non cambieranno, subiremo le conseguenze di tutto questo pressapochismo e superficialità.

È un vortice con una forza centripeta che si alimenta della NON conoscenza e della poca capacità di saper collaborare per costruire reti orizzontali forti e strutturate.

Perché ti voglio mettere a conoscenza di ciò?

Semplice, perché se guarderai il web dal punto di vista in cui lo guardo io avremo entrambi più possibilità di guadagnare meglio. Il come lo scoprirai tra poco.

Lo so, è ancora troppo presto per capire e stai ancora pensando che voglia prenderti in giro o che stia cercando di farti credere stupidaggini.

Ripeto, ogni cosa  che leggerai qui sarà per te il punto di non ritorno al web come lo osservavi prima.

Cominciamo per smontare un po’ delle cose dette e stradette da tutti, ma che non ti aiutano a comprendere come veramente puoi sfruttare il web.

Le 5 frasi fatte del Web che non ti spiegano come stanno veramente le cose:

  1. Il Web è fatto di persone
  2. Le persone online vogliono dialogare con altre persone e non con le aziende
  3. Puoi vendere online se ti concentri sulle nicchie
  4. Per vendere online devi costruire le relazioni con le persone
  5. Ho cominciato con un blog e adesso mi cercano tutti

 Il web è fatto di persone, sì è vero

Ma questo non giustifica e non spiega niente rispetto al fatto che le persone per comunicare tramite il web devono conoscere gli strumenti. Banalmente, per entrare in contatto tra loro, devono usare gli stressi strumenti digitali del web e soprattutto devono usare lo stesso linguaggio e non solo la stessa lingua.

Questo ti dovrebbe far dedurre che le persone che usano il web, innanzitutto sono solo una parte dell’universo di persone che vivono su questa terra. Di questa parte di universo solo quelli che usano gli stessi strumenti, che parlano la stessa lingua e che hanno lo stesso linguaggio hanno qualche possibilità di entrare in contatto.

Motivo per cui, le persone che entrano in contatto tramite il web, hanno sicuramente avuto un contatto fisico o una conoscenza prima del contatto digitale tramite il web.

Ne consegue, che una buona maggioranza delle persone che creano “reti” e “network” digitali si conoscono a prescindere dal web. Ed il web, diventa solo un sistema liquido di connessione e di supporto alla relazione, spesso, debole.

È banale vero? Sì, è banale.

Ma pensa a come cambia la prospettiva di tutto quello che vedi pubblicato online, alla luce del fatto che le persone che creano contenuti per il web hanno una “relazione” tra loro.

Non ti suggerisce niente questo elemento?

Provo a stimolare io la tua riflessione. So che puoi arrivarci da solo.

Se più persone si conoscono e producono contenuti digitali:

a) Tenderanno a NON calpestarsi i piedi a vicenda
b) Se promuovono qualcosa hanno vicendevolmente interessi speculativi a renderla “importante”
c) Ogni azione sarà finalizzata a convergere nel loro baricentro digitale maggiore interesse
d) Ogni prodotto venduto tramite il web sarà frutto di una manipolazione del valore a discapito della sua reale funzionalità

Le persone online vogliono dialogare con altre persone e non con le aziende

Questa supposizione è derivata dal fatto che si dà per scontato che per dialogare online serva avere un rapporto uno ad uno. Il presupposto è valido a determinate condizioni e soprattutto in determinate situazioni.

Per lo stesso motivo gli esperti suggeriscono alle aziende di comunicare come se fossero delle “persone”, dove possibile di mettere la faccia nelle relazioni digitali.

Premesso che questo è sicuramente vantaggioso solo per determinate tipologie di aziende in base alle dimensioni ed alla tipologia di dialogo che si vuole instaurare;

È più vero pensare che le persone che cercano contenuti online, se trovano la possibilità di contattare un’azienda attraverso un supporto ed un sistema digitale, facile, gratuito e veloce lo faranno più volentieri che contattare una persona.

Pur presupponendo di scrivere e di ricevere una risposta da delle persone, il fatto di poter connettersi ad un’entità aziendale attrae più facilmente il contatto.

Contattare direttamente una persona diventa complesso psicologicamente. Se non si ha una conoscenza della persona con cui si dialoga,  si ha sempre la sensazione di risultare banali, inconcludenti o troppo aggressivi.

Contattare un’azienda dà un senso di appagamento psicologico, per la sua semplicità strumentale e per la sua economicità. Prima del web, o senza il web, contattare un’azienda significa attendere telefonicamente segreterie con musichette angoscianti, pagare mezzo posta raccomandata, avere la sensazione di NON trasparenza e di non certezza della risposta.

Tra il contattare una persona ed un’azienda le persone hanno maggiore attrazione verso le aziende.

Ragiona per grandi numeri e non come tu immagini sia corretto pensare.

Il web è fatto di numeri e non solo di teste pensanti.

Puoi vendere online se ti concentri nelle nicchie

Sììììì, certo, verissimo.

Ma qualcuno ti ha anche spiegato quanto costa concentrarsi sulle nicchie e soprattutto come valutare il valore economico di una nicchia.

Quindi, ragiona? Ha senso come ragionamento?

Una nicchia ha valore se sai come raggiungerla, hai gli strumenti adatti per raggiungerla, ma soprattutto se hai un margine di guadagno elevato da compensare il minor volume di vendita del prodotto.

Cavolo. Queste cose le sai anche tu.

Già, lo so. Ma per qualche strano motivo ti sei convinto che il web sia un contenitore dove pescare.

Non ti sei orientato sulle reali dimensioni e sulla sua natura effimera del contesto.

Sai definire i limiti del web?

Ti suggerisco un modo per calcolare i suoi limiti.

Tu sei il limite del web. Sì, hai letto bene. Il limite del web corrisponde ad ogni nostro limite.

Più tu hai dei limiti, più il web sarà ridotto per la tua dimensione.

Ah, già, le dimensioni.

La dimensione del web corrisponde a quello che gli esperti definiscono essenza. Di fatto non esiste una dimensione, ma un’essenza delle essere online.

Il web non è solo contenuti, pagine, strumenti e software, ma qualcosa che si inserisce nel loro mezzo.

È quell’essenza che dà vita ad un contenuto perché lo rende raggiungibile. Lo rende raggiungibile perché la volontà del suo autore ha dato vita ad una connessione digitale che si è trasformata in connessione mentale, di conseguenza ritorna digitale per mantenersi “viva”, quindi raggiungibile.

Ogni elemento del web che non è più raggiungibile è di fatto inesistente, pur essendo lì.

Tu sei online perché trovi una motivazione per alimentare la tua presenza.

Non si tratta solo di essere connessi, ma di voler alimentare la connessione attraverso un input fisico ed esterno al web. Il web assume quindi un’estensione extra digitale per continuare ad essere online.

Se vuoi puntare alle nicchie del web, devi tu essere una nicchia. Devi diventare più sottile di un capello per scoprire le sue reali dimensioni e trasferire questa essenza in connessione.

Pensi che questo che hai letto non abbia senso. Lo so, rileggilo con calma.

Non è importante che tu lo capisca subito, il tuo cervello, prima ancora che tu ne prendessi coscienza ha già acquisito l’informazione e presto ti ritornerà in mente il messaggio che ti aiuterà a riflettere.

Per vendere online devi costruire le relazioni con le persone

Sei certo di questo o l’hai solo sentito dire?

Voglio dire, hai avuto risultati concreti vendendo online solo ed esclusivamente grazie alla relazione che hai costruito con le persone online?

Ah, sì? E quanto hai realmente fatturato con questo metodo?

Sei riuscito davvero a guadagnare così tanto? E quanto tempo hai investito per ottenere questo risultato?

Dai su, facciamo sul serio. 

Se vuoi vendere online devi investire. Punto.

Devi investire il 75% di quello che vorresti guadagnare in 1 anno per ottenere il 50%di margine di guadagno non prima di 3 anni.

In questi 3 anni devi:

  1. Avere costruito un’identità digitale della tua azienda
  2. Costruito una narrazione che valorizza i punti di forza del tuo prodotto e lo identifica chiaramente rispondendo ad una domanda semplice e chiara:
    • A cosa serve  questo prodotto/servizio e perché dovrei comprarlo.
    • Più riuscirai a formulare una risposta sintetica nella mente del tuo acquirente modello, più avrai possibilità di velocizzare le entrate nel tuo portafoglio.
  3.  Aver costruito un piano di investimento per la promozione calcolando le probabilità di entrate. Sì, si può fare a prevederlo. Per sapere come fare scrivici in privato.
  4. Aver costruito un’infrastruttura che riesca a cavalcare i motori di ricerca meglio dei tuoi concorrenti. Sì, anche in questo caso, se non sai a chi rivolgerti, possiamo aiutarti con i nostri +14 anni di esperienza specifica sui motori di ricerca e sul posizionamento. No, non rispondiamo a tutti. Solo a quelli che riteniamo essere le persone adatte ad ascoltare.

Ammesso che il tuo progetto sia valido dal punto di vista commerciale, il problema non sarà seguire i punti elencati sopra, il vero ostacolo sarai tu stesso.

Sai perché?

  1. Perché quando il tempo passerà e tu non vedrai entrate comincerai a non dormire la notte.
  2. Avrai la sensazione che tutti ti stiano giudicando.
  3. Penserai di aver sbagliato tutto.
  4. Ti sentirai soffocare per mancanza di opportunità non colte al volo. Ti sentirai preso in giro. Spesso sarà così. Tanti tenteranno di spillarti dei soldi, è il loro obiettivo.
  5. Avrai la paura di dire le cose come stanno e ti sentirai ridicolo quando ammetterai di aver commesso delle ingenuità.

Il web ha questo potere invasivo di entrare dentro la tua vita e renderla pubblica, pur quando tu non vorrai farlo.

Se sei online, sei soggetto ad un’invasione psicologica di contenuti, pensieri e vite degli altri.

Il segreto per sopravvivere a questa tempesta negativa che ti suggerirà di mollare tutto è quello di credere.

Per essere online devi credere.

  • Il web è un’essenza in cui credere.
  • Il web è alchimia meta sensoriale.

Ti confronterai con persone con cui ti sembrerà di essere in contato da una vita ed altre con cui avrai un rigetto a pelle.

Non c’è una spiegazione a tutto questo. Però questo è quello che accadrà. E se non è accaduto è perché stai sfruttando male il web.

Ho cominciato con un blog e adesso mi cercano tutti

Questa, più che altro, è una vecchia favola per venderti qualcosa.

Nessuno che io conosca ha avuto successo grazie ad un blog. È successo, invece, che qualche persona con un’importante rete sociale ha saputo convergere l’attenzione su di sé sfruttando il blog come strumenti di comunicazione.

Il blog non ti porterà successo, il blog ti porterà via tempo, prima di ogni cosa.

Se dovrai utilizzare il blog per monetizzare dovrai scrivere contenuti dalla mattina alla sera e dovrai farlo senza badare al tempo.

  • Sarà un calvario da cui non ne uscirai facilmente, se non quando ti accorgerai che il blog sarà il tuo datore di lavoro e tu il suo operaio.
  • Sì, perché il blog se non lo sai controllare sarà il termometro della tua validità online.
  • Se le persone non leggeranno il tuo blog ti sentirai un fallito.
  • Se non otterrai consenso tramite il blog ti sentirai un fallito.
  • Se ti seguiranno e ti faranno complimenti per il tuo blog ti sentirai in dovere di continuare.
  • Se scriverai per guadagnare dalla pubblicità o per remota possibilità che qualcuno ti procuri del lavoro come scrittore freelance, allora sarà il momento in cui ti sarai trasformato in quello che il web vuole da te: Forza lavoro.

La tua identità, il tuo lavoro, i tuoi pensieri ed i tuoi scritti saranno la benzina che alimenterà il sistema descritto sopra.

Tu non sarai più libero come credevi si esserlo, ma solo un elemento di alimentazione del denaro altrui.

Guadagnerai per scrivere e scriverai per guadagnare.

Vuoi davvero guadagnare con un blog?

Fai scrivere gli altri al posto tuo.

  • Se tutto quello che hai letto ti sembra inutile, stai ancora guardando dalla parte sbagliata. Hai perso tempo, ma ti avevo avvisato. Buona fortuna.
  • Se quello che hai letto ti ha aperto leggermente la mente e vuoi confrontarti per approfondire e capire meglio come sfruttare il web contattaci.
  • Se non hai capito niente. Beh, riposa, il tuo cervello ha già acquisito tutto, magari hai solo bisogno di tempo per assorbire il messaggio essenziale.

Il web ti osserva.

Se stai speculando dal web stai costruendo una fossa insieme agli altri speculatori. Cadranno tutti, tranne chi sta guardando dalla parte corretta del web.

Il resto si evolverà, il web sarà dentro ognuno di noi e non serviranno più i computer per connettersi, ma basterà pensare e riconoscersi tra simili.

Tu sarai la porta di accesso al Tuo web. 

 

Credit Image: @SplitShire.com

Supposte correlate: