Mamma posso spiegarti: non sono un relatore di successo ma lavoro nel web

Mamma posso spiegarti: non sono un relatore di successo ma lavoro nel web

2015-05-18 0 Di Davide Puzzo

Ho sbagliato tutto dovevo fare il relatore o il docente!

Oggi più che mai, nel panorama italiano del web vengono promossi diversi corsi di formazione.
Sono un uomo di mezza età (quasi) e ho da sempre lavorato con i computer e nel web, ho imparato a:

  • lavorare
  • scrivere diversi linguaggi di programmazione
  • essere un  “venditore vincente
  • gestire un’azienda (a furia di prenderlo in quel posto 😀 )
  • gestire il cliente

ma non ho mai imparato a fare il docente.

Eppure ho il netto presentimento che sarei diventato davvero un ottimo docente internazionale.

Il lato scuro dei corsi

Io ci ho sempre provato, ma la realtà è che mi vien detto che non sono abbastanza virale per intrattenere una platea. Intrattenere una platea? Non c’è da intrattenere, non è un talk show, c’è da fare formazione!

Nulla da fare, sono troppo tecnico e non sono abbastanza virale, boh forse dicono così senza neanche aver letto il mio cognome. 😀

Poi però, nella vita quotidiana mi imbatto in docenti che non sanno una beata… (pensate pure a Cetto la qualunque) riga di codice di programmazione, né tanto meno di marketing, che salgono in cattedra e/o sul palcoscenico a dare lezioni ovvero fare i docenti.

Durante le discussioni mi imbatto in commenti del tipo: “Chi è questo ragazzino?” (rivolto a me? Cappero allora non sai leggere, non solo il mio cognome ma neanche la mia quasi mezza età 😀 ) oppure mi rispondono:”Tu NON sai chi sono io! Ho scritto un libro e un e-book!”.

Ecco come si diventa a furia di prenderlo in quel posto…

sgranare gli occhi

Si sgranano gli occhi! 

Ho aperto gli occhi e non voglio più essere un relatore.

Adesso vorrei capire per quale motivo, il perché in italia se non scrivi un libro (un e-Book) nel settore del web, informatica e web marketing, non sei nessuno.
Tutti gli altri informatici, sono dei pirla? Bah, eppure io in un libro sono stato menzionato. Che poi non mi sia mai pervenuto… è un’altra storia.

Ecco che allora divento #satirico e vado in delirio da palco quando vedo il programma dell’ennesima sagra, oops scusate evento (sia mai che si offendano a colpi di #satira) dove i relatori sono a pagamento 😀 cioè il relatore paga per essere definito docente (ti piace vincere facile? Non ci sentite anche voi la musichetta ♪♫ponzipòpopopò?♫♪) e in soli 2 giorni imparerete a:

  • come aprire un sito internet
  • come bloggare
  • come diventare un esperto in analisi dei dati
  • come fare marketing e web marketing
  • come diventare un #instagramer
  • come spammare su infinite bacheche sui social
  • come diventare un SEO, ah già un SEO no perché la SEO è morta… hmmmm allora come diventare il miglior Facebook adv user 😀
  • come fare campagne AdWords
  • come scrivere un libro
  • come intrepretare le #OTS (opportunities to see)
  • come diventare un travel blogger che viaggia gratis, divertendosi e di successo
  • varie ed eventuali e chi più ne ha più ne metta

In altre parole, vi insegneranno come rivendere la loro #fuffa.
Ma ce la faranno in soli due giorni a rendervi il massimo esperto #fuffarolo?
Vi sveleranno, veramente, tutti i segreti del mestiere? Lo scoprirete iscrivendovi alla sagra!

Diventa, anche tu, un rivenditore di fuffa. Ecco il prossimo corso. #fuffareseller

Un’offertona che da 549 euro arriva a soli 99 euro entro ill 28 maggio. Ma di che parliamo? Del mercato delle vacche da 549 a 99 euro? A conti fatti se la promo porta 1000 prenotazioni e se la mia calcolatrice non mi inganna allora incasseranno circa 90.000 euro + la presunta quota dei relatori in quanto paganti.

Il Web Marketing sotto forma di Festival… Suppongo che se 1000 paganti andranno distribuiti in 11 sale (ma non erano 22?) allora la vostra aula corsi sarà ben più che affollata, ma ovviamente tutto chiaro sarà durante le lezioni nonostante il numero di partecipanti e sarà semplicissimo seguire. Ma non vi preoccupate! Nel caso ci fosse il minimo problema, riceverete anche tutti i video per non perdere neanche un secondo di formazione. 🙂

Relatori di web marketing che diventano docenti per fare una tentata vendita #festival

Tentata vendita celata dietro l’abuso di parole come formazione e docenza; li stiamo già investendo in..

In tutto questo festival da palcoscenico io ci vedo un abuso: l’uso della parola docente e della parola formazione. Riflettete, un docente di solito viene pagato e non che va a pagare per insegnare, inoltre di solito non si presenta a nome della sua società, ma a questi eventi usa il nome della propria azienda/ditta/società.

Non è che per caso NON vi “impareranno” tutti i trucchi del mestiere? Non per caso vi daranno degli spunti e delle visioni che vi inviteranno a riflettere? Questa è formazione?
Io ci intravedo una tentata vendita, altro che formazione, per la quale oltretutto state anche andando a pagare il biglietto.

Spesso mi vien detto:”Davide avresti dovuto fare il docente.” ed io rispondo:”Chi, ioooooo? Ma smettila che mi vien da ragliare, oops delirare e divento satirico!” 😀
Relatore o docente? Formazione o tentata vendita? Voi cosa ne pensate?

Vi aspetto al varco 🙂

 

Supposte correlate: