Fare Selfie Senza Capire il Danno

Ci facciamo un Selfie?

La banalità dell’azione porta a sorriderci sopra. La parola chiave “Selfie” su Google.it riporta 23 milioni di risultati.

Adesso guardate questi risultati su Google Trend in Italia

Cosa notate di strano?

Già, l’avete visto, lo so! Ma certo, i temi “hot” sono sempre quelli più cercati online. Lo sanno tutti.

Un Selfie per promuovere sé stessi è un atto di pornografia mentale.

serlfieMostrare un frame di sé stessi per “raccontare” una storia è un modo di mostrasi agli altri come quello che gli altri si aspettano tu debba essere.

Il danno che stai procurando è di natura sociale.

Diffondere una realtà fittizia attraverso scatti “perfetti” genera altrettanta mania di raggiungere stati emozionali fittizi.

Mostrare sé stessi come professionisti sempre impegnati, con tanti amici, con mille persone intorno è un modo sbagliato di mostrare le competenze.

Il web non ha bisogno di selfie come tu non hai bisogno di apparire diverso da quello che realmente sei.

Il danno è che se poi si scopre che quello che dici non è come quello che vuoi far credere, sarà difficile recuperare.

 Credit Image: @SplitShire.com

Supposte correlate:

Commenti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *