Espertone, nun te temo

Ogni volta ci casco mannaggia a me!

Cado ingenuamente nelle grinfie dell’espertone che promette successo, salute e prosperità e che alla fine ti riempie solo di mail e di domande stupide.

Ma andiamo per gradi.

Il mago di OTS

Avete presente quando un cliente vi dice ‘portami qualche idea’ e voi del settore non sapete una cippa?

Sappiate che questo è terreno fertile per cadere nelle grinfie di lui: l’espertone che tutto sa, vede e provvede. Siete avvertiti.

Dicevamo, avete bisogno di idee: vi mettete su Internet, analizzate i competitors, appuntate quello che vi viene in mente ed ecco lui, nelle prime pagine della googolata che avete fatto, che vi offre la soluzione. Anzi no, non esattamente. Vi insegnerà come fare.

Niente paura, siete in ottime mani: in cinque mosse segretissime e mirabolanti (ma che dico 5 vanno bene 3) diventerete re e regine del settore ottenendo un successo mai visto prima.

Con questa grande promessa in tasca come non iscriversi alla newsletter e guardare subito il primo contributo GRATUITO che sarà disponibile in men che non si dica sul vostro schermo?

social media hero

Ricordate bene la premessa, ci sono cascata e ci casco anche io ed ho deciso di scrivere questo articolo per ricordarmi di non farlo più, mai più.

Una volta iscritti, guarderete il primo video e vi renderete conto che non solo non è verità divina ma che è completamente privo di contenuti e di idee, quelle che stavate cercando, appunto.

Ma non smettete di tremare, c’è ancora la newsletter. Quell’assillante serie di messaggi compulsivi che riempiranno a caso la vostra casella di posta elettronica e che vi proporrà video e contenuti ancora più mediocri. E che ovviamente dopo un po’ (circa 12 ore) non guarderete nemmeno più e ne verrete anche cancellati, come è successo a me un paio di giorni fa quando l’espertone si è accorto che non l’avevo cagato negli ultimi sei mesi e ha messo un timer tipo batti un colpo se ci sei altrimenti ti cancello dalla lista.  E così è stato. Viva Dio.

Tutto questo mi porta a creare una sorta di vademecum per me stessa soprattutto, (piccola ingenua credulona) ma che potrete tenere presente anche voi nel caso sentiste odore di espertone.

  1. Il successo e la verità non si ottengono con 7 video e soprattutto non sono gratis
  2. Impara ad approfondire il settore e le sue dinamiche, viverlo sul campo e guardarlo da vicino. Solo così costruirai la tua esperienza
  3. Mantieni vivo l’approccio del pensiero laterale per trovare le idee ma non abbandonare mail il pensiero verticale e l’analisi profonda
  4. Se cerchi aiuto, rivolgiti a professionisti e colleghi di cui ti fidi, solo così la discussione sarà davvero costruttiva
  5. Datti un pizzicotto ogni volta che stai per cliccare ACCETTO su qualsiasi contenuto ad alto rischio espertone.

Perché va bene il content marketing e va bene il contenuto utile della rete ma ragazzi non stiamo esagerando? Se fosse tutto così facile allora che cazzo ci starebbero a fare i professionisti, quelli veri? E perché qualcuno avrebbe più successo di altri?

La verità, gente, è che per raggiungere i risultati bisogna farsi un mazzo tanto e imparare, sbagliare, imparare, approfondire, provare, sbagliare e imparare ancora. Non esistono ricette e gli espertoni sono solo venditori di fumo modello Aiazzone.

Ok, ora testa bassa e lavorare.

 

Supposte correlate:

Commenti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *